Foto di Basket Rosa Bolzano

BfC – CUS Padova  34 – 77 (10 – 22, 19 – 39, 25 – 62)

BfC: S. Ostan 4, A.Chiapperini 3, I.Grigoletto, A. Ferrari 2, E. Fuser 2 , C. Zaccaria 3, M. Tramontin 2, S.Marton 9, A. Trinca 1, S. Marcon 6, G. Tronchin, M.Maschietto 2. All. Trabucco

BfC parte bene e con un parziale di 6-0 al terzo minuto costringe la panchina avversaria a chiamare time out. Le padovane rimettono piede in campo e con determinazione prendono in mano la partita rispondendo con un 0-5. La velocità, l’intensità, la precisione al tiro, le individualità del gruppo padovano non ci lasciano scampo. Le nostre ragazze un po’ stordite, tentano, ma con poca convinzione, ad ostacolare l’avanzata avversaria. Alla fine del primo quarto siamo già sotto di 12 punti e nei successivi periodi la situazione non cambia. La squadra ospite incrementa notevolmente il suo vantaggio portandosi cosi a casa una straripante vittoria.

Bolzano – BfC  67 – 35 (23 – 11, 36- 14, 49 – 25)

BfC: S. Ostan 8, A.Chiapperini 1,  A. Ferrari, C.Sartor, C. Zaccaria 6, M. Tramontin 2, S. Marton 7, A.Trinca 9, G. Tronchin 2. All. Trabucco

A Bolzano BfC si presenta a ranghi ridotti e con l’inserimento di Carlotta (la quarta classe 2004 a referto) che ben figura nei minuti chiamata a dare fiato alle compagne. L’atteggiamento è diverso, battagliero dall’inizio alla fine. Il ferro però non ci aiuta e i palloni a canestro sono pochi, solo 3 punti nel secondo quarto.  Ma si continua a lottare su ogni palla. In difesa ci siamo e più di una volta la sirena dei 24 secondi  interrompe l’azione avversaria. Il minutaggio in campo un po’ pesa e qualche errore  permette alle bolzanesi, dotate di un buon tiro da oltre l’arco, di castigarci con ben sette triple, di cui tre nel terzo periodo, nonostante sia la frazione di gioco più equilibrata.
È un’altra sconfitta, ma dal sapore meno amaro.
Non è facile affrontare una trasferta così lunga ed impegnativa senza quattro compagne titolari (Bolzano  è in testa alla classifica insieme a Trento), non è facile continuare a giocare con intensità e concentrazione quando si è sotto di oltre venti punti.
L’obbiettivo oggi era non mollare e la squadra non ha mollato. Brave ragazze!

Ora ci attende un’altra sempre tanto temuta sfida.  Domenica 2 febbraio alle ore 18.00 presso il Palasport Giovanni Paolo II arrivano le “grandi” della Reyer.

Crederci sempre, mollare mai, forza BfC!!! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *